martedì 30 marzo 2010

Miraggi
























Non praticano la deriva, i camminatori aggiungono passi all'eterno, con il miraggio di lunga vita con il corpo tonico arredano i paesaggi di luoghi e non luoghi.
Modestamente io sono un flaneur rigorosamente urbano e non ho potuto non notare il moltiplicarsi dei camminatori, parchi colline mari monti, nulla viene risparmiato. Quando ho l'occasione di fare nuove conoscenze, per la prima uscita c'è l'osservazione di tale fenomeno con un tour che comprende prima il parco cittadino, poi in auto si va in collina e per ultimo al mare.
Al parco ci sono vari sottotipi, quelli in tuta, quelli vestiti eleganti in pausa pranzo, quelli in gruppo, quelli veloci e quelli velocissimi, tutti intenti a macinar passi
In collina si differenziano dai bastoni, artigianali, da sci, ombrelli, tutte donne in genere.
Poi si prende l'auto e si va al mare, il trionfo finale, orde di camminatori pestano la sabbia alla ricerca della tonicità e del senso della vita.
Nella stagione estiva l'apoteosi, le camminatrici in acqua(livello pube) intente nella guerra contro la cellulite, marciano per chilometri come soldatesse a caccia del nemico.
Così passo il mio tempo.




14 commenti:

  1. anche a me capita spesso di osservare i camminatori. dovremmo fare un tour insieme.

    robert m johnson altro immenso del bianco e nero....

    RispondiElimina
  2. vada per il tour, io ci sono. non dimenticare di portare compagnia, guardare i cetacei arenati al mare è un'occasione unica

    o'k) con l'iphone post anche camminando!

    RispondiElimina
  3. camminare per me è pensare. penso con i piedi.

    RispondiElimina
  4. mi camminano tutti sopra

    RispondiElimina
  5. fare un meraviglioso stracazzo di nulla!

    RispondiElimina
  6. Grazie a te robert, tu sei molto bravo e pure gentile. Saluti dalla terra dominata da berlusconi, una volta si chiamava italia, ora è un supermercato senza parcheggio

    RispondiElimina
  7. Sono una camminatrice. Mi piace. La battaglia contro la cellulite l'ho persa e non mi interessa nemmeno più tanto. Però se cammino (O peggio corro) non penso e mi fa stare bene... cammino e parlo da sola. L'ultima foto è incredibile. Una specie di grazia. Olè!

    RispondiElimina
  8. almeno walser ci è morto, camminando. un bel corpo nero sulla neve. non dimenticarti quelli che ora camminano sulla neve.
    gesù camminava sulle acque.

    RispondiElimina
  9. e il tempo, che passo ha?

    RispondiElimina
  10. immobile, marcia sul posto. a volte in discesa avanza con un ritmo piacevole. fermo mi sorpassa qualcuno, sono incontri unici di brevissima durata

    RispondiElimina
  11. da flaneur a flaneur. with love.

    RispondiElimina
  12. tardivo dilaudid9 aprile 2010 21:24

    ci toccherà una deriva un giorno, rigorosamente senza meta, gli incontri tra sconosciuti lasciano sempre un segno

    RispondiElimina