venerdì 8 gennaio 2010

Social distortion






















Coniugare la realtà è compito gravoso, sentite l'analisi inutile applicata alle masse ed al singolo.






La visione distorta fosse pregio di tutti diverrebbe la visione comune, giusta






Visione distorta di molti e reale di pochi schiaccia la minoranza anche se è nel giusto






Visione reale di molti e distorta di pochi cancellerebbe le poche voci dissonanti






Se solo io sono diverso credo che i diversi siano gli altri mentre tutti mi credono distorto






Oggi siamo distorti ma domani






Ieri ero distorto ma non lo faccio più






La noia dei normali






Un giorno ho avuto buon senso sul naso, vedessi quanto pus






E la stravaganza dei distorti? Tutta una posa






Regolamentiamo i distorti






Perchè non fai un mutuo? Con chi credi di parlare, mica sono anormale(disse un distorto che si credeva normale)






Poi ci si conta, distorti di qua e dritti di là e chi non è dei due schieramenti non ha rappresentanza(saranno mica i veri distorti)






L'eliminazione istituzionale dei distorti è in atto da secoli, omologatevi al mio post.






6 commenti:

  1. se anche c'è il modo io non lo conosco.

    RispondiElimina
  2. "La noia dei normali" è geniale.

    RispondiElimina
  3. Sono un normale, e ne sento la pochezza.

    RispondiElimina
  4. Ho un suo libro, molto ispirante questo fotografo!
    Paolo, vieni un attimo 'a casa mia' a giudicare l'ultima foto scattata da stampare? mi piace da morire ma in certe foto mi serve l'opinione di un grande amante della fotografia come te, su.

    RispondiElimina