martedì 17 marzo 2009

Il degrado m'aggrada











Tra corpi tendenti alla decadenza risplendo
brandendo un fianco esondante(nulla più straripa, esonda)
ungo le mie mani sottili
quei seni differenti portano il peso dei rifiuti
ma non temere
tu sarai per sempre ampolla per il mio piscio.

12 commenti:

  1. piu' che degrado a me sembra che piu' ci si avvicina alle cose e meno sembrano belle.

    RispondiElimina
  2. posso schiacciare il punto nero della prima foto?
    (schiacciò e ciò che venne fuori furono pus e parole arrotolate)

    RispondiElimina
  3. risoblio) son fortunello, da tanti anni ho il mal sottile

    non si mai) io mi sono avvicinato al tuo blog e mi sembra bello

    amor) nulla sarà come prima, l'intervento dell'uomo si accanisce anche contro l'inerme punto nero

    RispondiElimina
  4. faccio la voglia di schiacciare quel punto nero al primo.

    RispondiElimina
  5. nessuno può mettere baby in un angolo!(cit.:Dirty Dancing)

    RispondiElimina
  6. ostia che rughe. e che ricrescite.

    RispondiElimina
  7. gerico) i brutti film restano appiccicati all'anima baby, ci vorranno 500 anni per eliminare gli effetti devastanti


    anassela) le mie labbra son piene e turgide, ho un corpicino tutto sodo e ben fatto, faremo grandi cose noi tre

    linda)ciao Linda, noi anziani siam così

    RispondiElimina
  8. l'imperfezione è la vera magia

    RispondiElimina
  9. ps.peccato!!! per una volta che avevo scritto un post breve("Tu")...non sei passato! E dire che la prima cosa che ho pensato quando l'ho pubblicato è stata "Beh questa volta non si addormenterà";-)
    baci

    RispondiElimina
  10. se non ci fosse il degrado
    non ci sarebbe la bellezza

    [l'esondator cortese]

    RispondiElimina
  11. io sono un militante dell'estetica del degrado, pensieri azioni son tutte volte allo squallido.
    squallidezza mezza bellezza

    RispondiElimina